lunedì 2 luglio 2012

Italia umiliata in finale. Ma sul web tutti incolpano Monti.

Un 4-0 così netto e giusto come quello subìto dagli Azzurri non dovrebbe lasciar spazio a polemiche o controversie di alcun tipo: zitti e casa, ci hanno dato dato una lezione di calcio. Ma l'italiano medio, si sa, stupisce sempre per fantasia ed imprevedibilità, soprattutto riguardo ad argomenti futili se non addirittura trascurabili. Quindi, inevitabilmente, dopo la sconfitta azzurra bisognava trovare un capro espiatorio su cui scaricare rabbia e frustrazione: e chi meglio dell'odiatissimo premier Monti, accorso allo stadio di Kiev per sostenere la Nazionale? Meglio prendersela con lui piuttosto che con l'altro Mario, presunto Super, che in campo ha toccato 3 palloni sbagliandone 5. Meglio accusarlo di non aver cantato l'inno di Mameli piuttosto che ammettere che Prandelli, poveraccio, ha clamorosamente steccato la formazione. Più facile accusare Monti di portar sfiga, invece di ammettere che la nostra Italia ha stentato in un gruppo facilissimo ed è approdata in finale solo dopo aver battuto (ai rigori) la più brutta Inghilterra di sempre e la solita Germania che quando ci affronta si caga in mano inspiegabilmente. E così il web si scatena contro Monti, su Facebook impazzano fotomontaggi (leggasi "disegnini penosi fatti con Paint") in cui assume le sembianze di gufo o becchino o in cui gli si rinfaccia di aver aumentato le tasse, ormai un classico. Nel frattempo in Spagna se la ridono pensando alle polemiche di qualche settimana fa sul  presunto biscotto di Spagna-Croazia: gli spagnoli il biscotto ce lo hanno fatto in finale. E hanno fatto bene.

4 commenti:

  1. Non sono d'accordo: sicuramente molti (me compreso, non mi nascondo) avran fatto la battuta "Ma guarda 'sto pezzo di merda, 'na volta va a vedere l'Italia e perdiamo pure!"... Ma è una battuta del tutto goliardica, non credo che qualcuno creda davvero che abbiamo perso per colpa di Monti...... O almeno spero, perchè sennò viviamo davvero in mezzo a dei coglioni (e i presupposti per pensarlo effettivamente ci sono tutti)! Detto questo, passiamo al lato calcistico. Condivido la tua polemica sul "Super" (??) Mario Balotelli. Il reparto offensivo per tutto l'Europeo ha letteralmente annaspato per colpa delle scelte discutibilissime di Prandelli che vedevano il "Cuore Matto" e il ne(g)ro fissi, lì, fino allo stremo, scelti come coppia d'attacco titolare. Un Cassano che è stato fuori per mesi e mesi, con neanche 50 minuti nelle gambe e che gioca da fermo, e un Balotelli che tolta la ottima prestazione contro la Germania, nelle altre partite non dava segni di vita, non interagiva con la squadra, non pressava, non correva, non riusciva a proteggere un pallone... Un disastro. Ma chi se ne fotte, siamo in Italia e conta solo il nome, fanculo se poi Di Natale ha segnato 86 reti negli ultimi 3 anni o Destro si è fatto il culo per farsi notare e non viene messo tra i 23. Per dirne due, eh. Perchè gente come Diamanti, Giovinco e compagnia bella meritavano sicuramente il campo in più occasioni. Ma va bè...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fidati, siamo una massa di coglioni.

      Elimina
  2. Ma cos'è il blog di Ivan Zazzaroni?
    Sei noioso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dio cane nessuno ti obbliga a leggere gli articoli.

      Elimina